.
.

T R A N S L A T E

martedì 12 gennaio 2010

La Bicocca. Salotto.

Come vi avevo anticipato, oggi vi mostro quanto ho lavorato alla Bicocca (oltre a riposarmi, ovviamente!).
Ricordate i divani? Più volte vi ho stressato su come sbagliai la scelta del colore, tratta probabilmente in inganno dal tipo di luce presente nel negozio.
Fatto sta che io credevo fossero tinta ruggine e me li sono ritrovati rosso/arancione/corallo. Uno shock quando me li hanno consegnati!!!!
Ho resistito fino ad oggi, perchè vi erano altri lavori più urgenti da fare, ma finalmente è arrivato il momento di metterci le mani!!!!!

°^°

Innanzitutto ho smontato la struttura ed ho asportato il vecchio rivestimento.

°^°

Ho quindi ritagliato tutti i singoli pezzi per poter ricavare il modello.
°^°
Sul retro di ogni singolo pezzo ho annotato, con un pennarello, ogni riferimento utile per poter eventualmente rifare il lavoro in futuro. Questa operazione è molto importante e vi consiglio di indicare proprio ogni informazione. A distanza di tempo infatti sicuramente non ricordereste più nulla.
°^°

°^°

°^° Ho appoggiato le vari parti sul tessuto e ho tagliato lasciando circa 1,5 cm per le cuciture.
°^°
Con molta attenzione ho cucito le varie parti del modello assemblandole proprio come l'originale.
Per far aderire il nuovo rivestimento al divano ho usato il velcro recuperandolo dal vecchio modello. Oltre al risparmio, questo accorgimento mi ha facilitato il lavoro, essendo i vari pezzi già tagliati a misura.
°^°
Che enorme soddisfazione constatare che il primo pezzo fatto (il bracciolo) calzava perfettamente!

°^°

Procedendo con il lavoro ho terminato le varie parti.

°^°

Il divano finito!

°^°

E la poltrona!

°^°

Ecco il salotto completo. Essendo un tessuto double-face, l'ho usato dall'altra parte per rivestire anche i cuscini. Mi è avanzato ancora del tessuto, quindi appena possibile ne farò degli altri. Con la stessa stoffa vorrei fare anche i cuscini per le sedie.

°^°
Allora, cosa ne pensate? Non sono più carini cosi? Mi piacerebbe conoscere il vostro parere.
Spero di essere stata chiara con le foto e le spiegazioni.
Avendo un po' di dimistichezza con la macchina per cucire vi posso assicurare che è un lavoro di facile portata, recuperando il modello nel modo che vi ho descritto non è assolutamente difficile. Se vi sentite timorose di cimentarvi con un tessuto costoso, provate prima con degli scampoli economici.
Ah, dimenticavo di darvi le indicazioni sulla quantità di stoffa occorrente: utilizzando un tessuto da arredamento alto 2,80 m. ne avevo acquistati 10 m.
Considerate però che me ne sono avanzati 2 m. abbondanti che utilizzerò per i cuscini di cui vi parlavo e per qualche altro lavoro che mi verrà in mente.
°^°^°^°^°

24 commenti:

  1. Bravissima! Sono carinissimi!
    Anch'io ogni tanto compro dei tessuti nuovi per foderare divano e poltrona... e non solo... mi diverto a fare anche copri tavolo, copri tavolino, copri sedie e cuscinoni... tutto abbinato. Certo, compro del tessuto non tanto spesso e a buon prezzo... così mi posso permettere di rinnovare la sala quasi tutti gli anni.
    Ciao!
    Laura

    RispondiElimina
  2. Senza parole!E' veramente bello e tu sei eccezionale!!!!!!

    RispondiElimina
  3. caspita ragazza mia che lavoron che hai fatto, altro che riposo!cmq ne è vala la pena,stanno molto bene.Complimenti

    RispondiElimina
  4. Che bello bravissima mi sei utile per il giorno che avrò la pazzia per mettere mano al mio divano che per il momento con i bimbi piccoli si sporca continuamente e le fodere economiche togli e metti da mercato mi vanno bene.

    Complimenti ancora.

    Baci Ire

    RispondiElimina
  5. dimenticavo, mi piace di più la stoffa che hai scelto più riposante e da un bel contrasto country.

    Baci Ire

    RispondiElimina
  6. Complimenti!!!! Sei stata bravissima!!!!

    RispondiElimina
  7. veramente bravissima e ...coraggiosa a cimentarti in tutte queste cose, ma cos'è che non riesci a fare? scherzo, ma ti invidio la voglia
    Visto quanto sei brava, mi permetto di chiederti una cosa....ho già fatto una coperta a quadrotti di lana e anche un playd (che però è partito in quel di Cecina dalla mia "bimba") ed avendo qualche pezzo già fatto, sto pensando di costruirci attorno un'altro playd, sia montando pezzi che cucendoli insieme....in poche parole hai delle istruzioni per fare dei quadrotti che non siano i soliti banali rettangoli o quadrati? ciao

    RispondiElimina
  8. bravissima e quanta pazienza! baci

    RispondiElimina
  9. Sono contenta che il mio nuovo lavoro vi sia piaciuto, in effetti il colore precedente era come un pugno nello stomaco ogni volta che entravo in casa.
    Grazie a tutte per le parole carine che mi avete scritto.

    Per Adry: temo di non riuscire ad aiutarti perchè non mi sono mai cimentata in lavori come quello che stai facendo tu, ma tra le amiche del mio blog ce n'è una bravissima in questo campo.
    E' Rosa del blog "Il filo che crea" (la trovi nella colonna di sinistra fra i blog che seguo).
    Lei sicuramente potrà darti dei consigli molto utili visto che fa dei lavori meravigliosi.

    Un bacio a tutte voi.
    Rosa

    RispondiElimina
  10. Ciao Rosa, bentornata! Perche' non apri un negozio quando hai finito con casa tua? Sei "eccezziunale veramente", belli i divani carina la fantasia, quel tono d'azzurro sta bene con il mobilio, ciao duracell:)a presto rosa

    RispondiElimina
  11. avete visto quanto e' brava mia suocera???certo che il divano e la poltrona hanno cambiato aspetto sono davvero belli...brava complimenti

    RispondiElimina
  12. WOW!! Che invidia.. vorrei essere anche io capace di fare tutte queste belle cosine! Mi piace la stoffa che hai usato, sta decisamente meglio! Poi, a vedere dalle foto, non sembra difficile ma se dovessi farlo io non so cosa potrei combinare!
    Baci Silvia

    RispondiElimina
  13. Ah scusa non mi sono presentata! Mi chiamo Silvia, ho 23 anni e vengo dal forum "alfemminile".
    Vorrei imparare a cucire..

    RispondiElimina
  14. Questo è un lavoro quasi da esperti, non basta nè
    la buona volontà nè l'audacia,ci vule arte !!
    A tutte picerebbe farlo,ma di fatto è veramente per pochi!!Ci sai fare,è nuda realtà!!!
    Quindi accetta un bravissimmmmmmmmmmmma!!!!!
    Annarita

    RispondiElimina
  15. Ciao Rosa, che piacere ritrovarti dopo la pausa invernale! Sei stata a dir poco coraggiosa, quando ho visto le prime foto non ti nascondo mi sia venuta paura...
    Il risultato è stato sorprendente, anche se non avevo dubbi sulle tue capacità!
    A presto,
    Silvia

    RispondiElimina
  16. Ciao, veramente bello il tuo divano, e posso solo invidiarti...visto che dovrei rivestire anche il mio, e la stoffa è già a casa da almeno due mesi...
    Chissà quando...
    My lucky.

    RispondiElimina
  17. sei stata molto brava con il divano. Ti posso chiedere un consiglio? Lavando i cusicini del mio divano si sono un pò ristretti come posso ovviare? grazie M.Rosara

    RispondiElimina
  18. Ciao a tutte.
    Dalle vostre reazioni a questo post mi rendo conto di quanto il problema "divani" sia molto sentito. Purtroppo i rivestimenti hanno una durata piuttosto limitata in quanto tendono a sporcarsi e a usurarsi facilmente. Fra tutti i "mobili" di casa sono proprio quelli che hanno una vita più breve.
    *********

    Per Rosa: aprire un negozio chedo che sia il desiderio di tutte noi creative ma, con la situazione econimica globale, credo che rimarrà un sogno nel cassetto!
    *********

    Per M.Rosara: acquistando un divano solitamente ci dicono che il rivestimento è lavabile in acqua. Spesso però non è così perchè i tessuti andrebbero bagnati prima e nessuno lo fa.
    Veniamo ai tuoi cuscini: riesci comunque a inserire le imbottiture o non riesci nemmeno a farle entrare?
    Se riuscissi almeno ad inserirle, il tessuto un po' cede e magari sedendosi sopra un po' di volte torna nelle condizioni iniziali.
    Hai provato a stirarli tenendo il tessuto un po' tirato (fatti aiutare da qualcuno che lo tenga ben teso mentre passi il ferro)?

    Se nessuno di questi due consigli funziona perchè il tessuto si è ristretto troppo la soluzione più drastica che mi viene in mente è di inserire un tassello di stoffa nella parte inferiore del cuscino (quella che rimane nascosta).
    Fammi sapere.

    Un abbraccio a tutte/i

    Rosa

    RispondiElimina
  19. Mia cara sei PAZZESCA!!! Per me sarebbe stata una cosa titanica, anche solo da organizzare!!!
    Bravissima!!!!!!
    Un bacione te l'appioppo proprio! =(^.^)=

    RispondiElimina
  20. caspita ma sembra fatto da un tappezziere.
    anche io dovrei rifoderare il mio divano, solo che il mio non è sfoderabile quindi non mi fido a scucirlo tutto...e se poi non riesco più a rifare il rivestimento????
    rischio che mi rimanga il divano tutto scucitoe quindi rovinato...hai dei consigli da darmi per come fare???
    calcola che io non ho fatto corsi di cucito però me la cavicchio con la macchina da cucire...
    ti lascio la mia mail nel caso potesi aiutarmi.
    Grazie mille...bimbaiaia
    roncalli76@vodafone.it

    RispondiElimina
  21. ciao, complimenti per il lavoro, io ho un divano ad angolo e devo foderarlo perche' la stoffa è distrutta, puoi darmi qualche consiglio?
    Grazie Paola

    RispondiElimina
  22. Ciao Paola, spero che tu torni a leggere la mia risposta perchè hai dimenticato di indicare il tuo indirizzo e-mail.
    Inviami qualche foto del tuo divano, in modo da rendermi conto della situazione (miro13@libero.it)
    Ciao
    Rosa

    RispondiElimina
  23. ciao cara,
    sono Raffy, ti ricordi???
    ti avevo chiesto consigli su come rivestire il mio divano angolare che non è sfoderabile...
    ho finito di fare il cartamodello, il tessuto l'ho già bagnato e adesso spero di non fare casini con le cuciture...:-)
    i lavori vanno un pò a rilento ma se esce bene ti invio le foto..
    un abbraccio.
    Raffy.
    Ah dimenticavo..se ti interessa ho inaugurato il mio blog...
    http://ilgiardinoincantatodibimbaiaia.blogspot.com/

    RispondiElimina
  24. Sei stata davvero bravissima, complimenti! Ciao Gisella

    RispondiElimina

GRAZIE PER LA VISITA - clicca su "Post più vecchi" se desideri vedere le pagine precedenti.

La mia casa

La bicocca

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il mio blog è segnalato su:

Aggregatore rss
Search engine