.
.

T R A N S L A T E

mercoledì 24 febbraio 2010

Portatelevisore Bicocca. Ultima parte.

Con oggi termina il tutorial sul portatelevisore, mettetevi comodi perchè è un post piuttosto lungo. Siete pronti? Avete preparato il caffè? Ne offrite una tazzina virtuale anche a me?
Cominciamo.
Al mobile mancavano tre ripiani, quello inferiore, quello centrale (nel vano portatelevisore) e quello superiore, il cosiddetto top.
Li ha montati mio marito, che è stato mio assistente e supporter durante tutte le fasi del lavoro (la manina che vedete è infatti la sua). Quello inferiore l'ho lasciato grezzo, visto che è nascosto dai cassetti.

Il ripiano centrale l'ho scurito con un impregnante tinta miele.

Mentre per il top ho usato un asse di abete spesso cm. 2,8 che ho shabbato come tutto il mobile.



Il retro è stato realizzato con compensato sottile (3 mm.) tagliato a misura...


... e scurito all'interno con lo stesso impregnante del ripiano.



Per far passare i fili elettrici ho fatto un foro sul retro nell'angolo in basso, dove vedete la segatura.



Montaggio delle ante. Il listello accanto all'anta fa parte della struttura ed ha un suo perchè, lo vedrete più avanti.

Come potete vedere nelle foto in basso l'anta è stata montata con una doppia cerniera.



Inseriti anche i cassetti!


Torniamo all'interno. Per coprire le vecchie guide dei cassetti all'interno del vano portatelevisore (che ho preferito non eliminare per non compromettere la robustezza e la stabilità del mobile), ho tagliato a misura del compensato sottile (3 mm.) e ho rivestito i due laterali.
Notate che mancano ancora due striscioline sul davanti?


Le ho tagliate con il seghetto alternativo.


Eccole.


Ho provato se combaciavano.


E poi le ho montate dopo aver dato due mani di impregnante.


Le cerniere nere non mi piacevano, così le ho verniciate con lo stesso colore del mobile (prima della vernice ho dato una mano di primer).


La stessa cosa ho fatto per i pomelli. Per agevolare la verniciatura li ho provvisoriamente montati su un' asse di legno.



Dopo averli verniciati li ho "sporcati" con cera mordente...


... ed ho asportato con un panno l'eccesso di cera.
Sono pronti!


Ora vediamo il perchè della doppia cerniera...


... con una sola, l'anta aperta sarebbe rimasta così:

Ed invece con la doppia cerniera ruota completamente su se stessa.


Particolare delle antine.


E dei cassetti.


Ecco qua!!!



Lo confrontiamo con lo scheletro?


Come sta, vi piace?


17 commenti:

  1. Ciao Rosa! Complimenti per il bel lavoro. Il mobile è venuto troppo bene!
    PS. Il tuo quadretto non l'ho ancora appeso, ma appena lo farò, pubblicherò la foto del nuovo "acquisto"!
    Grazie ancora!

    RispondiElimina
  2. bellissimooooooo!collocazione ottima. un falegname non avrebbe fatto di meglio. bellissime anche le tende. un abbraccio fortissimo e sincero.

    RispondiElimina
  3. Lo voglio anch'io!!!Mamma mia questa bicocca, solo vedendola in foto, appare come un'oasi di pace, tranquillità, riposo e piacere...figurarsi dal vivo!Se avessi la lampada di Aladino uno dei miei tre desideri sarebbe quello di avere una casa esattamente uguale a questa..ma la lampada di Aladino non ce l'ho e quindi mi limito a sognare.Se mai un giorno dovessi venderla, ma ti auguro con tutto il cuore di godertela al massimo, io accendo già il mutuo! ^_^

    RispondiElimina
  4. Ciao Rosa,
    cosa dire che è stupendo, non sembra neanche un mobile recuperato e rinato.

    Bravissima non altre parole sono rimasta a bocca aperta.

    Baci Irene

    RispondiElimina
  5. Hai avuto il tuo bel daffare....che risultato però.. e che soddisfazione!
    Hai uno spazio incantevole da arredare e trasformare...fortunella!

    Un bacio..........Fabi

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia!!! Complimenti!!!
    Ciao
    Laura

    RispondiElimina
  7. ciao, meglio di un mobile comprato,astuta l'idea delle 2 cerniere, complimenti! Il televisore sta meglio chiuso dentro checche' se ne dica, disturba un po' il resto dell'arredamento, mi faresti un mobile per nascondere mio marito' :) Scusa mi e' venuta cosl' ciao a presto rosa

    RispondiElimina
  8. ciao cara,
    quanto lavoro, ma poi la fatica è ben ripagata, il mobile ci sta d'incanto, bravissima per la dedizione e la pazienza, sai far rivivere ogni cosa che tocchi,
    serena giornata!

    RispondiElimina
  9. Un lavoro ad opera d'arte complimentissimi. E' perfetto e sta benissimo
    a presto
    Lu

    RispondiElimina
  10. Ciao a tutte e grazie.
    Spero di essere stata chiara ed esauriente.
    So benissimo che non è facile cimentarsi con lavori di falegnameria, ma se avete bisogno di aiuto e consigli per lavori anche meno impegnativi di questo, non esitate a scrivere a S.O.S. miro.

    Baci.
    Rosa

    RispondiElimina
  11. Ma sei bravissima!!!Un saluto SAMy

    RispondiElimina
  12. Ciao Rosa,

    passa da me a ritirare un premio per te :o)

    Baci Irene

    RispondiElimina
  13. ciao Miro,complimentissimi,non ei brva,sei di piu' hai le mani di oro!!il mobile è veramente bellisimo!!

    RispondiElimina
  14. Bibbidi, bobbidi, bu: Rosa l'ennesima magia hai fatto tu.....
    Bravissima. E' un piacere seguire l'evoluzione dei tuoi lavori.
    Baci

    RispondiElimina
  15. Grazie veramente molto molto utile!!!

    RispondiElimina
  16. liliana7410006 marzo, 2010

    Ciao Miro sei davvero molto brava e questa ''bicocca'' ti e' venuta una meraviglia! Complimenti sinceri.

    RispondiElimina
  17. QUESTA è VERAMENTE UNA MERAVIGLIA!!!
    ma dopo la vernice bianca dai anche una mano di trasparente?

    RispondiElimina

GRAZIE PER LA VISITA - clicca su "Post più vecchi" se desideri vedere le pagine precedenti.

La mia casa

La bicocca

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il mio blog è segnalato su:

Aggregatore rss
Search engine