.
.

T R A N S L A T E

venerdì 26 febbraio 2010

Momenti di relax.

In questa stagione amiamo stare sdraiati sul divano a leggere, a guardare la Tv, a ricamare (chi lo fa) vero?
E ci piace avere sulle gambe un plaid caldo e morbido!
E se poi il plaid è anche bello da vedere, meglio ancora!
Ho fatto questa premessa per parlarvi del mio ultimo lavoro. Avevo una vecchia trapuntina, ormai un po' logora che però mi dispiaceva buttare e così ho pensato di riciclarla.



L'ho tagliata a metà (la misura era quella di un lettino singolo) ottenendo due trapuntine più piccole che ho rivestito con un tessuto intonato ai colori del mio soggiorno.
Ho applicato poi dei centrini di cotone lavorati all'uncinetto (quanti ne abbiamo in casa che non sappiamo come utilizzare?) e alcuni cuori dello stesso tessuto.

Vi piacciono?







giovedì 25 febbraio 2010

Un premio.

La carissima Irene, brava miniaturista e autrice del blog Ore liete, mi ha donato questo premio che preannuncia la primavera:



Le regole del premio sono:

Copiare la foto e inserirla nel vostro post, scrivere chi vi ha donato il premio, mettendo un link di collegamento al blog di quest'ultimo e scegliere altri 6 blog ai quali donare il premio, indicando il relativo link.

Riconosco che la frase è un po' contorta ma spero che si capisca.

Ed ora la scelta dei sei blog. Questa è la parte più complicata, perchè ne avrei scelti 10 volte di più, dopo tanto pensa e ripensa, ecco il mio elenco:

  1. Luciana "Le cose di Lu".
  2. Francesca "Atmosfere Incantate".
  3. Lorella "Lor di Avalon".
  4. Pam "Pensiero creativo".
  5. Silvia "La locandiera".
  6. Amalia "Carpe Diem".

Ed ora tocca a voi.

mercoledì 24 febbraio 2010

Portatelevisore Bicocca. Ultima parte.

Con oggi termina il tutorial sul portatelevisore, mettetevi comodi perchè è un post piuttosto lungo. Siete pronti? Avete preparato il caffè? Ne offrite una tazzina virtuale anche a me?
Cominciamo.
Al mobile mancavano tre ripiani, quello inferiore, quello centrale (nel vano portatelevisore) e quello superiore, il cosiddetto top.
Li ha montati mio marito, che è stato mio assistente e supporter durante tutte le fasi del lavoro (la manina che vedete è infatti la sua). Quello inferiore l'ho lasciato grezzo, visto che è nascosto dai cassetti.

Il ripiano centrale l'ho scurito con un impregnante tinta miele.

Mentre per il top ho usato un asse di abete spesso cm. 2,8 che ho shabbato come tutto il mobile.



Il retro è stato realizzato con compensato sottile (3 mm.) tagliato a misura...


... e scurito all'interno con lo stesso impregnante del ripiano.



Per far passare i fili elettrici ho fatto un foro sul retro nell'angolo in basso, dove vedete la segatura.



Montaggio delle ante. Il listello accanto all'anta fa parte della struttura ed ha un suo perchè, lo vedrete più avanti.

Come potete vedere nelle foto in basso l'anta è stata montata con una doppia cerniera.



Inseriti anche i cassetti!


Torniamo all'interno. Per coprire le vecchie guide dei cassetti all'interno del vano portatelevisore (che ho preferito non eliminare per non compromettere la robustezza e la stabilità del mobile), ho tagliato a misura del compensato sottile (3 mm.) e ho rivestito i due laterali.
Notate che mancano ancora due striscioline sul davanti?


Le ho tagliate con il seghetto alternativo.


Eccole.


Ho provato se combaciavano.


E poi le ho montate dopo aver dato due mani di impregnante.


Le cerniere nere non mi piacevano, così le ho verniciate con lo stesso colore del mobile (prima della vernice ho dato una mano di primer).


La stessa cosa ho fatto per i pomelli. Per agevolare la verniciatura li ho provvisoriamente montati su un' asse di legno.



Dopo averli verniciati li ho "sporcati" con cera mordente...


... ed ho asportato con un panno l'eccesso di cera.
Sono pronti!


Ora vediamo il perchè della doppia cerniera...


... con una sola, l'anta aperta sarebbe rimasta così:

Ed invece con la doppia cerniera ruota completamente su se stessa.


Particolare delle antine.


E dei cassetti.


Ecco qua!!!



Lo confrontiamo con lo scheletro?


Come sta, vi piace?


martedì 23 febbraio 2010

Portatelevisore Bicocca. 2^ parte.

Dopo aver fatto asciugare perfettamente l'impregnante ho dato 2 mani di vernice all'acqua satinata tinta panna lasciando asciugare molto bene fra una mano e l'altra.
 



Stesso procedimento per le antine.

E per i cassetti.


Successivamente ho passato la carta vetrata a grana sottile agli spigoli, agli angoli e nei punti dove volevo che apparisse la venatura del legno sottostante.


Dopo aver completato questo passaggio su tutte la parti del mobile, ho steso una mano di finitura trasparente opaca che ha la funzione di proteggere e dare un aspetto quasi vellutato alla superficie.


Sono quindi passata alla rifinitura dei cassetti. Avevo precedentemente lavato tutto il mobile con acqua e soda ma l'interno dei cassetti era proprio brutto da vedere così ho pensato di rivestirli con carta da parati.
I due disegni sottostanti mostrano come deve essere ritagliato il lato grande e quello piccolo di ogni cassetto.
Al lato grande ho aggiunto un margine da ripiegare nella parte inferiore e ai due lati, mentre al lato piccolo l'ho aggiunto solo in basso.
 





Ho quindi incollato i vari pezzi come vedete nelle foto in basso. La colla usata è quella specifica per carte da parati.

Per far aderire bene la carta ho usato uno straccio leggermente umido. Questo accorgimento permette anche di pulire le eventuali sbavature di colla.



Ho ritagliato la carta per rivestire il fondo.


E l'ho incollata come vedete nella foto, tenendo un lembo alzato e abbassandolo man mano che la carta aderiva in modo da evitare la formazione di bolle d'aria.





Ecco il cassetto finito!
°^°
Pian piano il mobile comincia a "prendere forma", a domani per la continuazione!!!
GRAZIE PER LA VISITA - clicca su "Post più vecchi" se desideri vedere le pagine precedenti.

La mia casa

La bicocca

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il mio blog è segnalato su:

Aggregatore rss
Search engine