.
.

T R A N S L A T E

venerdì 30 aprile 2010

Un vasetto shabby.

Si tratta di un vasetto di terracotta interpretato in stile shabby chic.



Buon weekend a tutti!


giovedì 29 aprile 2010

Swap dell'ospitalità.

Si è conclusa la prima parte della mia partecipazione allo SWAP dell'ospitalità organizzato da Alessandra di "Piccolo angolo country", nel senso che ho ricevuto il dono della mia abbinata.

Le regole del gioco prevedevano di inviare alla propria abbinata una creazione handmade inerente l'ospitalita' ed un po' di materiale creativo di ogni genere.



Era la prima volta che partecipavo ad una iniziativa simile e, non essendo a conoscenza di alcune regole sottintese del gioco, ho fatto qualche piccolo pasticcio di cui chiedo ancora scusa.

Però tutto bene quel che finisce bene e direi che sia finita moooolto bene, perchè ho ricevuto il pacchetto dalla mia abbinata, Luisa di "Il mio bazar delle meraviglie".

Aprendo il pacchetto non finivo più di estrarre le bellissime cose che Luisa mi ha inviato, cose che voglio mostrarvi perchè sono realizzate davvero con molta cura.


Un cuscinetto molto romantico.


Un cuore in panno montato su un bastoncino.


Un piccolo vassoietto con dolcini.


Materiale vario per i miei futuri lavoretti (tovaglioli per decoupage e teneri pizzi).


E, per finire, un biglietto carinissimo...


... con delle parole molto affettuose!


Grazie Luisa, sei davvero molto brava, ho gradito proprio tanto le tue bellissime creazioni.

Ora sarò io ad inviare alla mia abbinata il dono che ho preparato, ve lo mostrerò quando arriverà a destinazione.

mercoledì 28 aprile 2010

Manifestazione floreale.

In questi giorni sto lavorando per finire qualche lavoretto che porterò alla prossimo mercatino al quale parteciperò.
Si tratta della manifestazione "Salotto in fiore" che si terrà a Lanzo Torinese il 9 maggio.
Inutile dirvi che, se siete in zona e volete passare una giornata in mezzo ai fiori, vi consiglio di fare una capatina.

Città di Lanzo Torinese.

martedì 27 aprile 2010

Il glicine.

Wisteria sinensis o Wisteria floribunda.
II glicine è una pianta poco esigente che sopporta anche l'atmosfera inquinata delle città. Si pianta tra ottobre e marzo in qualsiasi terreno, purché non troppo calcareo, meglio se fertile e ben drenato. Ha però bisogno di un'esposizione molto soleggiata per dare il meglio della fioritura. Anche se talvolta può avere qualche difficoltà nell'attecchimento (perciò è meglio piantare esemplari cresciuti in vaso), dopo il primo anno cresce vigorosamente, non necessita di cure particolari e non teme il gelo.
Tutti i glicini sono piante di sviluppo notevole e molto vigorose: è meglio tenerne conto e lasciar loro ampio spazio a disposizione. Anche le radici si espandono notevolmente e, se troppo a ridosso di pavimentazioni o muretti, possono danneggiarli. I fusti, sarmentosi e volubili, necessitano di un supporto nelle prime fasi di sviluppo, in seguito lignificano e diventano veri e propri tronchi, anche di notevole diametro alla base.
Dato il vigore delle piante, è bene fornire un sostegno ai rami evitando che possano avvolgersi tra le sbarre delle cancellate o intrecciarsi nelle reti: con il tempo finirebbero per inglobarle e danneggiarle.

COME REALIZZARE UN "ALBERO" DI GLICINE

  1. In primavera, mettere a dimora un glicine con 2 o 3 fusti principali, e sistemare un sostegno in modo che i fusti, intrecciati tra loro, crescano verticalmente fino all'altezza di circa due metri. In seguito si salderanno in, modo da formare un unico tronco.
  2. Raggiunta l'altezza desiderata per il tronco, disporre dei sostegni orizzontali per i rami, che andranno inizialmente guidati per formare la chioma.
  3. Contemporaneamente, accorciare di un terzo i rami orizzontali per farli ingrossare e lignificare; questa potatura ha anche lo scopo di stimolare la produzione dei getti laterali che andranno a riempire la chioma.
  4. Togliere il sostegno al tronco, che una volta lignificato sarà in grado di sostenersi da solo; in seguito sarà possibile eliminare gradualmente tutti i sostegni, non appena anche i rami orizzontali saranno diventati legnosi. Per ottenere una chioma molto larga, sarà necessario sostenere i nuovi getti terminali man mano che crescono, mantenendoli orizzontali.

(Informazioni e foto tratte dal web. Se ho leso il diritto di copyright di qualcuno è pregato di segnalarmelo e provvederò immediatamente alla loro rimozione.)

°^°^°

Ed ecco il mio glicine, che in questi giorni è al massimo della sua splendida fioritura.






lunedì 26 aprile 2010

Decoupage.

Con oggi credo di aver terminato le foto di vecchi lavori, d'ora in poi saranno solo realizzazioni recenti.



Buona settimana a tutti!

venerdì 23 aprile 2010

Fiori per sempre...

...nel senso che durano a lungo.
Facendoli seccare conserviamo la loro bellezza per molto tempo. I lavori che vedete di seguito risalgono a qualche anno fa e, come al solito, scusate la qualità delle immagini.




giovedì 22 aprile 2010

Ancora fiori...

... ma questa volta miei. Vediamo un altro angolo del mio giardino, vi va?

La forsizia.



Il giacinto.


La Nandina domestica.


Il viburno.


Di questa pianta purtroppo non ricordo il nome.



L'aucuba.


Anche questa è un'illustre sconosciuta.
In versione gialla...

... bianca...

...e viola.


Il melo ornamentale.



La dimorphoteca.




Questo fiore è nato spontaneamente.


Le violette.




Le primule.


I narcisi.



Un'altra varietà di primula.


I muscari.


La hosta.


Il prunus.


Le fragoline.


L'azalea è finalmente fiorita!


E anche il rododendro.


Ora possiamo finalmente dire che siamo in primavera, vero?


GRAZIE PER LA VISITA - clicca su "Post più vecchi" se desideri vedere le pagine precedenti.

La mia casa

La bicocca

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Il mio blog è segnalato su:

Aggregatore rss
Search engine